giovedì 29 giugno 2017

Artisti per l'Abruzzo: una rete di salvataggio per la cultura

Cari Amici, 

il 26 Giugno 2017 presso l’Accademia delle Arti di Antonio Cericola a Pescara si è svolto il primo incontro tra i direttori artistici di alcuni Festival Abruzzesi che intendono creare un sodalizio morale denominato “Artisti Per l’Abruzzo”.

Erano presenti
Alexian Santino Spinelli


                Santino Spinelli

                Antonio Cericola

                Maurizio di Fulvio

                Luca Dragani

                Walter Gaeta


Assente giustificata: Sara Cecala.

 Nel corso dell’incontro si sono stabiliti i principi base che regoleranno il sodalizio artistico fra i membri:

Maurizio Di Fulvio
                Amicizia

                Leatà

                Collaborazione

                Reciprocità






Le azioni da portare avanti in particolare saranno le seguenti:

-    Ciascuno si impegna a inserire sul proprio sito un link, denominato “Artisti per l’Abruzzo”, che rimanderà agli altri festival partecipanti. Un eventuale sito ufficiale potrà essere realizzato in modo professionale più in là;
Luca Dragani

-    Si coordineranno i calendari delle rispettive manifestazioni in modo da non accavallare gli eventi e rendere possibile il mutuo aiuto;

-    Si metteranno a disposizione degli altri festival parte del proprio staff a seconda delle necessità;

-    Ciascuno si impegnerà ad aumentare l’affluenza di pubblico agli altri festival mediante l’acquisto degli eventuali biglietti, portando persone ad assistere agli eventi e contribuendo a pubblicizzarli attraverso i propri canali stampa, social network, passaparola;
Antonio Cericola

-          Allo scopo di promuovere i gruppi musicali ed eventualmente creare un fondo cassa si decide la realizzazione di una compilation di brani (2 per ciascun artista) da poter vendere nel corso dei vari eventi;

-          Ciascuno si impegna a condividere i contatti di lavoro allo scopo di aumentare le possibilità lavorative di ciascuno (segnalare gli artisti associati a festival in cui si è già lavorato);

-          Poiché i partecipanti alla rete al momento rappresentano 3 delle 4 Province abruzzesi, per avere un rappresentante della Provincia di Teramo si propone di invitare Renzo Ruggieri

-          Si programma inoltre, in una seconda fase, di allargare la rete e aprirla all’inserimento di altri festival ed eventi. Si stabilisce altresì che le decisioni in tal senso, così come ogni altra, saranno prese all'unanimità e nell'interesse di tutti.       
Walter Gaeta

Si stabilisce altresì come data del prossimo incontro il 17 luglio per permettere a Sara Cecala e a Renzo Ruggieri (eventualmente) di confrontarsi con tutti ed apportare il proprio contributo. Il luogo dell’incontro sarà l’Accademia delle Arti di Antonio Cericola.

Promotore dell'incontro è stato Santino Spinelli (Alexian), cui va la gratitudine mia e dell'Associazione Culturale Fairy Consort per l'invito, prontamente raccolto. Riteniamo che il contenuto delle proposte rappresenti una novità esplosiva: il mondo dell'arte è infatti, da sempre, imperniato sulla concorrenza mentre in questo sodalizio (non per nulla definito 'morale') compaiono principi come condivisione dei contatti e mutuo soccorso. 

In questi anni la politica ha di fatto smantellato sia le leggi che consentivano un minimo di sostegno alle iniziative culturali, sia il pubblico, costantemente imbarbarito con iniziative di massa e massificatrici volte a (dis)orientarne il gusto verso prodotti commerciali e spazzatura: il sodalizio Artisti per l'Abruzzo intende contrapporsi, 'in direzione ostinata e contraria' a questi odiosi propositi. 

Ad maiora

Luca Dragani

lunedì 17 aprile 2017

Il Tour Mitteleuropeo del Fairy Consort - Trio Barocco

Cari Amici

ci siamo: a giorni inizia il  Tour Mitteleuropeo del Fairy Consort - Trio Barocco: con la formazione più agile del Fairy Consort, nelle persone di Luca Matani, violino e viola, Luca Dragani, flauti dolci e viola da gamba, Walter D'Arcangelo, organo o cembalo, il Fairy Consort porterà un programma di Musica Italiana del Seicento in tournèe in Slovenia e Polonia


Ecco in breve date e luoghi: 



20.4.2017 h. 18:45, Chiesa di S. Canziano, Mirna Pec, Slovenia;

21.4.2017 h. 19:00 Chiesa di S. Maria, Bytom, Polonia;

22.4.2017 h. 16:00 Scuola di Musica Kilara, Katowice, Polonia;

23.4.2017 h. 13:00 Chiesa di S. Barbara, Cracovia, Polonia;

23.4.2017 h. 17:30 Basilica dei Francescani, Katowice.




Il primo concerto,  a Mirna Pec, piccolo Comune sloveno che aveva come nomi italiani (al tempo della Provincia di Lubiana) Forno di Mirna, o Pietra di Forno, o semplicemente Pec quando era parte del Comune di Novo Mesto,  nella Chiesa intitolata a S. Cassiano, è stato organizzato da Milko Bizjac, organista noto agli amici del Fairy Consort per un bel concerto tenuto a Chieti, a S. Antonio nel 2009.


Il tempo di un breve riposo, e si riparte alla volta di Bytom, in Polonia, dove il giorno successivo, nella Chiesa di S. Maria, l'organizzatrice, la splendida Mariola Brzoska, anche lei organista, ha predisposto un concerto mettendo a disposizione un organo a baule. 

Dopo la necessaria sosta notturna, ci si sposterà nella vicina Katowice, dove terremo due concerti, organizzati dalla locale sede della Società "Dante Alighieri" presieduta dallo scorso anno dall'ottimo Antonio Pischetola, con il patrocinio dell'Istituto Italiano di Cultura, sede di Cracovia, e con la collaborazione della Scuola di Musica "W. Kilara" di Katowice che metterà a disposizione un clavicembalo.

Il primo concerto sarà nel pomeriggio del 22 aprile alle ore 16 proprio presso la Sala principale della Scuola di Musica "W. Kilara", mentre il secondo concerto si terrà il giorno successivo (23 aprile alle ore 17:30) nella splendida Basilica dei Padri Francescani in Katowice.


Fra i due concerti, avremo il piacere di suonare anche a Cracovia, nella bellissima chiesa di S. Barbara, vicino alla Cattedrale nella grande Piazza del Mercato, dall'interno splendente di stucchi dorati e dotata di un bell'organo pneumatico con il quale già nel 2012 il Duo Luca Dragani - Walter D'Arcangelo tenne un concerto. 

Ora come allora, l'organizzazione fu a carico dell'European Center for Music di Cracovia, sotto la direzione artistica di Krzystof Klima

Il concerto si terrà nelle ore meridiane, esattamente alle 13:15 (in Polonia si tutto e di tutto a qualsiasi ora del giorno e della notte, e la musica si può trovare a tutte le ore). D'altra parte non poteva che essere così, per avere il tempo di rientrare in Katowice per il concerto conclusivo nella Basilica Francescana. 

Naturalmente, andando in paesi esteri, era d'obbligo portare un programma tutto italiano. Abbbiamo pertanto scelto dal nostro repertorio in trio brani del Seicento Italiano. Ecco il programma in dettaglio: 

Fairy Consort - Trio Barocco
 
Luca Matani –   violino & viola
Luca Dragani – flauti dolci, viola da gamba
Walter D'Arcangelo – organo o clavicembalo
 
- Il Seicento Italiano –
(Music of XVII Sec. In Italy)
 
 
Andrea Falconiero ​​​- ​​Passacaille a 3
(1586 – 1656) ​​​​
 
                                  - ​​Canzona detta l'Austria

 
                                   - L’Eroica a 3
 ​​​​
 
Dario Castello ​​​        - ​​Sonata I
(? - 1644)
 
 
G. Battista Riccio   ​​​- ​​Sonata detta la Grimaneta, col tremolo
(? 1570-1621) ​​​
 
Salomon Rossi ​​​       - ​​Sinfonia a 3
(1570 - 1630) ​​​​
 
                                   - ​​Sinfonia a 5 o a 3
 
 
                                   - ​​Sonata V sopra una canzone Francese
  
 
Biagio Marini         ​​​- ​​Sonata sopra La Monica
(1594-1634)
 
                                  - ​​Balletto I & Corrente


Sarà indubbiamente impegnativo, ma è comunque grandissimo motivo di orgoglio quello di tornare, e per una serie tutto sommato non breve di concerti, in un Paese degno della definizione di 'civile', che tiene in considerazione il bene immateriale della Musica ed il benessere spirituale ed intellettuale dei suoi cittadini, promuovendo numerose e diverse iniziative musicali. 

Ho detto tornare, non a caso: il Fairy Consort ed i suoi componenti hanno 'seminato' ed oggi si raccoglie, e si continua ad esportare la qualità maturata in trentacinque anni di esperienza nel campo della Musica Antica con strumenti storici, facendo conoscere anche il nome della nostra piccola ma fiera città di Chieti, seppur con l'amarezza dell'emigrante che non è, mai, 'propheta in patria'. 

Intelligentibus pauca et... ad maiora!


Luca Dragani



venerdì 23 dicembre 2016

Musica e... XVII Edizione



Cari amici ed estimatori, 

tardiva e in fretta (grazie alla sapiente efficacia di Gerardo Di Cola) esce anche quest'anno un cartellone di 'Musica e...'

Il colore rosso, oltre ad essere segno dei tempi natalizi ed augurio per le imminenti Feste di Natale, è anche simbolo voluto dello stato delle nostre finanze. Evidente l'assenza del simbolo del Comune, conseguente alla reiterata assenza anche solo di risposta negativa alle nostre richieste negli ultimi tre anni (e per il 2013 siamo ancora in attesa di ricevere il contributo), da parte del Comune, che preferisce dedicare risorse ad altre iniziative, rispettabilissime ma di minore anzianità.  


Pochi amici ed i residui delle casse dell'Associazione ci consentono, ancora per quest'anno, di onorare l'impegno preso con la città sin dall'anno 2000, con una rassegna che ha portato qui artisti provenienti da ogni parte del mondo, compresi Giappone ed Australia.

Ma erano altri tempi, altre sensibilità. Oggi si finanziano solo eventi enogastronomici, o notti a base di birra e deboscia. Brevi iniezioni di liquidi (in molti sensi, anche negli angoletti delle piazze e delle strade...) di efficacia limitata nel tempo: è di oggi la notizia del flop commerciale natalizio. Chi volete infatti che venga a Chieti ('Città d'Arte') per festival di birra o musiche che nulla hanno a che vedere con la città?

E non mi venite a dire che Chieti non c'entra nulla neanche con la musica classica o con la musica antica: gli Amici della Musica hanno gestito, e bene, il Teatro per molti anni in passato, e la musica antica, grazie al Collegio Arniense di Mario Canci la si conosce dal 1977. La birra, quella, è venuta molto dopo, e se ne è andata, come da fisiologia, per le latrine della città, lasciando solo un odore nauseabondo... 

Torniamo però alla musica, quella vera: il nostro cartellone quest'anno è di soli cinque eventi, due dei quali, il Concerto Inaugurale ed il secondo concerto, sono autoprodotti dalla nostra Associazione: nel primo la fa da padrone il repertorio natalizio, sempre però caratterizzato da brani originali del periodo barocco ed eseguito su copie di strumenti antichi; nel secondo, con un organico un po' più ampio, si da' spazio al repertorio cameristico sempre del periodo barocco. 



Il terzo evento cade nel periodo dedicato al Giorno della Memoria: lo trascorreremo insieme ad Alexian Santino Spinelli, che presenterà al Museo Universitario il suo libro ROM Questi Sconosciuti, edito da Mimesis e con cui si discorrerà di minoranze, razzismo e discriminazione. Sarà possibile vedere anche vido collegamento con Moni Ovadia.


Il quarto appuntamento è a Palazzo Lepri con un quartetto d'archi romano, il Palm Court Quartet che eseguirà un programma dal titolo 'Dal grammofono al grande schermo' costituito da celebri colonne sonore da film unite alla proiezione su grande schermo di scene dai film dai quali sono tratte le musiche. 




Sempre a Palazzo Lepri il 14 febbraio si concluderà la rassegna con un recital per pianoforte della pianista Maria Gabriella Castiglione, nel giorno dedicato a San Valentino con un concerto dal titolo significativo: Concerto all'Amore



Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito. Per i due concerti a Palazzo Lepri si potrà, su prenotazione, prolungare la serata con una cena negli splendidi locali del Palazzo, magnificamente gestito da Carlo de Virgiliis: per informazioni e prenotazioni, chiamare il n. 333/6771821

Di più non è stato possibile fare: se si vorrà far proseguire la nostra attività, che privati ed enti si facciano avanti. 

Buona musica a tutti!

Luca Dragani





lunedì 16 maggio 2016

I Canoni Ritrovati - un'esperienza che si rinnova

Carissimi,

oggi alle 19 a Città Sant'Angelo, nella bella chiesa di S. Francesco, torna il Fairy Consort ad eseguire i due Canoni ritrovati in un dipinto di Tommaso Alessandrino  da Ortona.

È una storia che nasce circa un anno fa, e che ha visto la sinergia di vari musicisti e ricercatori, il cui lavoro ha reso possibile ridare vita a due melodie raffigurate nel quadro in questione, di contestualizzarle storicamente ed iconograficamente, di dar loro una veste storicamente e filologicamente corretta grazie ai tanti elementi presenti in quella che potremmo definire un'opera d'arte multimediale 'ante litteram'.



Il risultato, oltre che scientificamente apprezzabile, ha visto un certo successo al punto che, dopo la prima edizione del 27 dicembre scorso, l'evento è stato replicato due giorni dopo a Chieti al Museo Universitario e poi richiesto dalla stessa Università (Master in Teoria e Pratica di Musica e Teatro) e riproposto il 9 marzo scorso nell'Aula Magna "Federico Caffè " del Polo Universitario della D'Annunzio a Pescara. Un video con estratti musicali ed interventi è disponibile sulla Web TV universitaria.

Ne è nato anche un libro.



Tutto, nel quadro, concorre a trasmettere un messaggio al tempo stesso ricco d'arte e di significati profondi: la distribuzione degli strumenti, lo sguardo dei putti, le loro mani,  lo stesso andamento e la struttura dei canoni restituiscono una circolarità ed una dinamica di interconnessione fra Cielo e Terra.

Vi siete incuriositi? Bene, maggiori dettagli e soprattutto la musica - sin qui inedita e sconosciuta, resa fruibile dalla perizia trascrittiva di Marco Della Sciucca - saranno messi a disposizione del pubblico questa sera.

Dopo una introduzione storico musicale a cura di Marco Felicioni e Luca Dragani, il Fairy Consort, per meglio contestualizzare le due musiche, eseguirà le medesime assieme ad altri canoni, illustrando così praticamente quale complessa ed al tempo stesso affascinante arte sia quella della composizione di un canone.

Per farlo schiererà la seguente formazione:

Fairy Consort

Paola Incani - soprano
Marco Felicioni - traversa
Antonio Larcinese - liuto
Dana Stancu - viella
Luca Dragani - flauti dolci, viola da gamba

All'esecuzione dei due Canoni parteciperà anche il coro 'Voci dal Borgo' di Città Sant'Angelo diretto da A. Mazzocchetti.

L'iniziativa è inserita all'interno di Abruzzo Contemporaneo ed è in collaborazione con CIVSA.

Vi aspettiamo

Luca Dragani

venerdì 13 maggio 2016

I Rom e la Musica - seminario di Alexian all'Università

Carissimi, 

Il 18 maggio 2016, alle ore 16:30, presso l’Aula Magna “Federico Caffè” della sede pescarese dell'Università “G. D'Annunzio”, avrà luogo il Seminario - Concerto: “I Rom e la Musica - Stili ed ambiti di esecuzione” tenuto da Alexian Santino Spinelli.

L’evento si colloca nell’ambito delle attività del Master in Teoria e Pratica di Teatro e Musica, attivato nel 2013 dall’Università “G. d’Annunzio - Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne (coordinato dalla Prof. Elisabetta Fazzini), attualmente alla sua seconda edizione sotto il coordinamento del Prof. Juliàn Santano Moreno. 

Il senso della testimonianza di Alexian è la rilettura di Arte, Cultura, Scienza e Tecnologia come strettamente interdipendenti con un’Etica che metta al centro i diritti inalienabili di ogni essere umano: in quest’ottica l’evento gode straordinariamente del contributo fondamentale all’organizzazione, alla presentazione ed alla gestione tecnica degli stessi studenti del Master, ognuno dei quali, già attivo a più livelli nel panorama artistico, sia esso teatrale o musicale, ha messo a disposizione il proprio know-how specifico.

Alexian, Rom italiano appartenente alla comunità romanès di più antico insediamento in Italia, è ambasciatore della Cultura Romanì, difensore della dignità e dell’orgoglio di appartenenza delle etnie Rom e Sinti, paladino dell’antirazzismo a tutto tondo e strenuo sostenitore dell’inter-cultura. Il suo curriculum artistico e di studi è di assoluto rilievo: due lauree, una in Lingue e Letterature Straniere Moderne e l’altra in Musicologia, entrambe conseguite all’Università degli Studi di Bologna; numerosi incarichi di docenza in vari Atenei italiani; una attività concertistica incessante, svolta con due diverse formazioni, di livello e fama internazionali.

Il 2 giugno 2012 si è esibito per Papa Benedetto XVI nell’ambito della Giornata Mondiale della Famiglia intitolata “One Family, One World, One Love”, davanti a 800 mila persone a Bresso (MI): l’evento è stato trasmesso in diretta su RAI UNO in mondo visione. Il 10 maggio 2014 si è esibito per Papa Francesco I sul sagrato di Piazza San Pietro: l’evento è stato trasmesso in mondovisione.
Alexian Santino Spinelli non è solo musicista ma anche compositore, saggista e poeta. La sua poesia “Auschwitz” è incisa sul monumento che si trova davanti al Parlamento tedesco a Berlino dedicato al genocidio dei Rom e Sinti; la poesia “Per non dimenticare” è incisa sulla lapide in rame che si trova presso il Museo dell’Internato a Padova. Nel 2012 ha pubblicato il saggio “Rom, genti libere”, Dalai Editore, Milano con la prefazione di Moni Ovadia; di quest'anno, e verrà presentato anche in Ateneo, la pubblicazione del libro “Rom questi sconosciuti” per la casa editrice Mimesis.

Alexian è stato insignito di numerosi premi fra cui: il premio “Ethnoworld Award 2003” dall’Università Bocconi di Milano nell’ambito del 3° Festival Ethno Bocconi con la seguente motivazione «miglior Artista, sezione World Music, per la qualità e l’ impegno nel promuovere la musica e la cultura Rom, in Italia e nel mondo», il “Premio Pigro 2003 alla carriera” nell’ambito del festival nazionale dedicato ad Ivan Graziani. Ha ricevuto importanti riconoscimenti: nel 1994 il Premio Flaiano per l’opera teatrale “Duj furatte Mulò”, il Premio Historium “Mecenate della cultura”, il Premio della Critica quale miglior gruppo al Festival Khamoro 2001 e 2011 (Praga - Rep. Ceca), Premio “Microcosmo d’Oro” 2002 (Milano). Durante il 6° Congresso Mondiale della International Romanì Union (ottobre 2004), organismo non governativo che rappresenta le comunità romanès di tutto il mondo all’ O.N.U., è stato nominato “Ambasciatore dell’arte e della cultura romanì nel mondo”. Nell’ottobre 2006 a Salerno gli è stato conferito il Premio Internazionale “Exposcuola 2006” con un messaggio augurale del Presidente della Repubblica Italiana. Il 22 settembre 2007 è stato insignito del Premio Historium d’oro 2007, nel 2012 è stato insignito del Premio Maratea assieme a Sergio Zavoli. Nel 2013 è stato insignito del prestigioso Premio DOSTA. Ultima in ordine di tempo, ma non certo per importanza, è il conferimento della Cittadinanza Onoraria da parte della Città di Laterza (TA), solennemente avvenuto in data 18 aprile 2016. 

Nella lezione-concerto del 18 maggio Alexian Santino Spinelli, oltre a parlarci della storia e della cultura del suo popolo e ad esibirsi come cantante e fisarmonicista assieme al figlio Gennaro Spinelli al violino ed alle percussioni, ci presenterà in anteprima il suo ultimo libro “Rom questi sconosciuti” ed il nuovo CD “ANDRE MIRO ROMANO”.


L'evento è aperto a tutti ed è ad ingresso libero.

Luca Dragani 

lunedì 23 novembre 2015

Musica e... XVI Edizione. Forse l'ultima

Cari Amici,

a dire la verità, avevo preso la decisione di non organizzare più 'Musica e...' per più che valide ragioni: l'età e gli impegni professionali e familiari che aumentano sarebbero già più che sufficienti. Tuttavia il colpo di grazia ad un entusiasmo durato quindici anni l'ha data la Regione Abruzzo, capace di farci fare la domanda annuale (corredata da piani triennali di sviluppo ed occupazione!) per il 2015 per poi... abrogare la L.15/2000 che era un cespite fondamentale di finanziamento della nostra attività.

L'Associazione Culturale Fairy Consort, infatti, alla fine è una di quelle associazioni sacrificate per far sopravvivere il costoso carrozzone della Sinfonica Abruzzese, gravato di debiti ed inefficienza (non entro nel merito musicale). Coincidenza vuole - e io non credo alle coincidenze - che il 'salvataggio' (sicuramente temporaneo, data la scarsa capacità reddituale di codesto ente) consista in un finanziamento straordinario di 800.000,00 €, pari al bilancio della L.15 abrogata. Non bastavano i ritardi della ormai morente Provincia di Chieti (4000,00 € deliberati e non erogati nel 2007) e del Comune (vari importi del 2006, 2010, 2013). La ciliegina sulla torta? Il 'fallimento' della Fondazione CariChieti, le cui motivazioni sono oggi su giornali e TG.

Ma abbiamo un nome ed una serietà da difendere. Avevamo impegni presi, la nostra programmazione non è estemporanea, ed anche amici musicisti comprensivi. E' poi apparso qualche privato che, spontaneamente (cosa che ci riempie di soddisfazione, perché implica un apprezzamento vero per quanto fatto fin qui) o dopo sollecitazioni, ha dato contributi. La solidarietà di amici concertisti consente di avere concerti di altissimo livello musicale senza costi reali, e fondi sottratti agli onorari dell'ensemble barocco ci ha consentito di allestire un cartellone di poche ma significative date.

La magistrale abilità di Gerardo Di Cola ha reso possibile anche concretizzare in tempi brevi il manifesto (in affissione in queste ore) e di fornire un'immagine prestigiosa e gradevole dei nostri sforzi. Eccolo:


E' sufficientemente leggibile e consultabile. Non mi resta che aspettarvi, con il consueto piacere, al primo dei concerti tenuto dal Trio della prestigiosa Accademia Hermans con un bellissimo programma di musica barocca di area veneziana, dal sugestivo titolo de 'La Serenissima', sabato prossimo alle 19:15 nella bella Cripta della Cattedrale della nostra Città.. 

Sperando in tempi migliori, vi saluto affettuosamente

Luca Dragani

domenica 3 maggio 2015

Aperitivo a Chieti, fra Musica e Storia

Cari Amici,

lungi dall'arrendersi all'inaudita mancanza di rispetto che la nostra Regione ha riservato alla nostra Associazione e ad altre come la nostra (attribuendo un ANTICIPO di 690€ corrisposto a due mesi dalla CHIUSURA di "Musica e...", con le conseguenze che potete facilmente immaginare, con impunita sfacciataggine), l'Associazione Fairy Consort non si arrende.


Facendo rete con altre realtà teatine che non ci stanno a lasciar morire la nostra bella città, ovvero l'Associazione "Cioccolato e Peperoncino", il gruppo Facebook "Il Bello di Chieti" e volenterose individialità come Dario Di Luzio, Paolo Rapposelli, Lamberto Zulli e Rita Valente, Fairy Consort inventa "Aperitivo a Chieti, fra Musica e Storia", una serie di incontri lungo le domeniche mattina del Maggio Teatino che abbinano una mostra di fotografie storiche di Chieti, il loro commento unito alla proiezione di altre fotografie contemporanee all'ascolto di solisti e gruppi da camera  e preludono ad un aperitivo finale da consumare insieme ad artisti e relatori, con commenti in libertà.


La formula è risultata gradita al Comune di Chieti, che ha concesso il patrocinio ed un contributo ed inserito la manifestazione nel calendario del Maggio Teatino.


Si è partiti oggi, domenica 3 al Museo d'Arte "Costantino Barbella" (una menzione particolare va al personale, sempre attento, disponibile, efficiente) alle 11 con il concerto del Trio D'Ance dell'Abruzzo Festival Orchestra,  che ha eseguito un programma mozartiano intervallato con la proiezione commentata di foto storiche e recenti da parte di Dario Di Luzio e Paolo Rapposelli. e la prima impressione (sala piena, sorrisi, congratulazioni) è stata che la formula è azzeccata: molto bilanciati sono infatti risultati gli interventi dei relatori, su un materiale raro quando non inedito, con le briose esecuzioni musicali di Roberto Torto, Amerigo Orlando e Filippo Piagnani (rispettivamente clarinetti e fagotto). Al termine, gustoso aperitivo allestito nell'atrio da 'Cioccolato e Peperoncino'


Domenica prossima il Fairy Consort in trio suonerà al rinnovato Foyer del Teatro Marrucino, il 17 maggio sarà il Liceo Classico "G. B. Vico" ad accogliere il Rebis Duo, poi il 24 il chitarrista anconetano Massimo Agostinelli presenterà il suo recital all'Atrio del Supercinema (occasione in cui - questa è un'ultim'ora - la Cantina Filomusi Guelfi offrirà una degustazione di vini accanto ai ricchi aperitivi del Bar Supercinema), il 31 maggio ci si sposterà alla Casina dei Tigli per ascoltare il duo di flauti dolci "Dystico" e per finire il 7 giugno la rassegna si concluderà con  un concerto del Trio Iris nelle affascinanti cisterne romane della Civitella, aperte per l'occasione.

Soddisfatti ampiamente per la partecipazione al primo incontro, aspettiamo - per la verità fiduciosi - una numerosa affluenza anche nelle prossime date.


Luca Dragani




lunedì 12 gennaio 2015

Et Incarnatus

Cari Amici, 


oggi non vi annoierò con il solito post a conclusione dell'ultima rassegna 'Musica e...', con bilanci, polemiche, numeri, considerazioni. 


Voglio invece condividere con voi una lettera ed una poesia. Entrambe provengono dalla mano del poeta e scrittore Valentino Ceneri, che ha assistito al concerto del Divertimento Barocco Teatino del 10 gennaio scorso e ne ha tratto ispirazione. 


Lo ha fatto per tramite del mio caro amico e collega Mariusz Szymanski, che oltre a questo è anche uno dei quattro cantanti del concerto ed è il vice-presidente dell'Associazione Culturale Fairy Consort. Mariusz oggi ha ricevuto una mail da Valentino Ceneri con allegata una poesia. 

Con il loro consenso, pubblico entrambe:

Ciao Luca, Ti inoltro una foto ed una poesia nata durante il concerto in S. Agata. 
Mariusz



Buona sera Mariusz,
una bella serata quella di ieri sera, che ci ha allietati in quello spazio pieno di ricordi rubati dall'insania di uomini senza coscienza. La vostra, e soprattutto la tua performance ci ha dilettati di una creazione dal vivo, come accadeva in quei tempi lontani.
Ma a me sembrava di vedere e di sentire altro e oltre.
ET INCARNATUS l'ho abbozzato mentre ascoltavo il concerto.
L'eco delle vibrazioni di grazia, che possono sgorgare dopo un simile ascolto, ci ha seguiti anche dopo il concerto. Del quale abbiamo continuato a parlare anche a cena, con gli amici che erano con me.
Ai tuoi inviti, seguirà la nostra presenza.
Con affetto, un caro saluto a tutti voi.

Valentino

Basterebbe questa, come 'recensione'...  ma ecco la poesia:

ET INCARNATUS EST

Et incarnatus est.
Et resurrexit.
Magnificat.

Vibrazioni forti
appena contenute
nello spazio
disadorno
di una chiesetta.
In fondo al vicolo
percorso
una volta
con passo affrettato
in cerca dell’inesauribile
sospeso
infinito.

Ma non restava molto da cercare
nel profluvio di onde squillanti
che salivano verso i troni celesti.
Occorreva ritornare
dove un bimbo singhiozzava
nell’incavo del collo
dell’assenza
di parole.

E’ agli angeli decaduti
già prima di salire
verso le sfere celesti
che il bambino guardava
scrutando il riflesso degli occhi della madre
persasi
nella ricerca di un lontano futuro.

Per questo abbiamo pregato
cantando i poemi
sgorgati dal cuore
dei profeti di Dio
nella dolce chiesetta
di S. Agata.

Valentino Ceneri

10 gennaio 2015

Vorrei lasciarla così, senza commentarla. Fosse stato l'unico spettatore presente, sarebbe valsa la pena di tutta la fatica fatta per l'allestimento del concerto. Ma se gli altri hanno avuto, anche soltanto in parte, le stesse impressioni, forse allora davvero possiamo credere di aver fatto qualcosa di buono 


Grazie


Luca Dragani

sabato 20 dicembre 2014

L'Alexian Group a 'Musica e...'

Cari Amici, 

era consuetudine, nelle scorse edizioni, dar conto dell'andamento della nostra Rassegna, ormai giunta alla XV (e forse ultima) edizione. Purtroppo la frequenza dei concerti e gli impegni di altra natura, assieme ad una crescente stanchezza  causata in primis dal degrado e conseguente crescente indifferenza delle istituzioni verso i nostri sforzi non mi hanno concesso il tempo e la serenità per un commento ed un riscontro di quel che accade nella nostra pur ben seguita iniziativa.

Tuttavia, non potevo non dare spazio al concerto dell'ALEXIAN Group guidato da Santino Spinelli (Alexian) e composto in gran parte dalla sua bella famiglia. Di seguito troverete, con dovizia di particolari, notizie sulla sua straordinaria carriera artistica, cui affianca un curriculum accademico di pari importanza, ma per me, che l'ho conosciuto in maniera privilegiata (non solo artistica, ma professionale) sono sufficienti due parole per definirlo: un amico ed un signore



Il programma che eseguirà, nella bella cornice della Cripta di S. Giustino a Chieti domenica 21 dicembre alle 19, dopo la messa, (grazie anche alla liberalità ed ampiezza di vedute del parroco, Don Nerio Di Sipio), è il seguente:


Cynthia
Romano Dives
Malay Gypsy
Echi d'Oriente
Romano Bravalipe
Paquito
Danza romani
Murdevel
Gelem Gelem
Oci Ciornie

Musiche, testi e arrangiamenti Alexian (S. Spinelli)

Alexian Group

Alexian Santino Spinelli (Fisarmonica)
Gennaro Spinelli (violino e percussioni)
Evedise Spinelli (arpa)
Giulia Spinelli (violoncello)

Special guests:

Federica Serpente (soprano)
Maria De Rosa (canto)


Lo straordinario curriculum di Alexian è qui: Alexian Santino Spinelli è un artista di fama internazionale. Con diverse formazioni tiene numerosi concerti in Italia e all’ estero. Il 2 giugno 2012 si è esibito per  Papa Benedetto XVI  nell’ambito della  Giornata Mondiale della Famiglia  intitolata  "One Family, One World, One Love", davanti a 800 mila persone a Bresso (Mi). L’evento è stato trasmesso in diretta su RAI UNO in mondo visione.

Il 10 maggio 2014 si è esibito per  Papa Francesco I  sul sagrato di Piazza San Pietro, l’evento è stato trasmesso in mondovisione.  

In qualità di virtuoso della fisarmonica, il 12 ottobre 2006, è stato invitato come ospite d’ onore, con il suo gruppo, ad esibirsi in concerto al 31°Premio Internazionale "Città di Castelfidardo". Alexian Santino Spinelli è un Rom italiano appartenente alla comunità romanès di più antico insediamento in Italia. Musicista, compositore, saggista e poeta.

La sua poesia  "Auschwitz"  è incisa sul monumento che si trova davanti al Parlamento tedesco a Berlino dedicato al genocidio dei Rom e Sinti.

La poesia  "Per non dimenticare"  è incisa sulla lapide in rame che si trova presso il Museo dell’Internato a Padova. Insegna Lingue e processi interculturali - Lingua e Cultura romani - all’ Università di Chieti.
Nel 2012 ha pubblicato il saggio  “Rom, genti libere”, Dalai Editore, Milano con la prefazione di Moni Ovadia.Ha due lauree: una in Lingue e Letterature Straniere Moderne e l’ altra in Musicologia, entrambe conseguite all’ Università degli Studi di Bologna.Alexian è stato insignito di numerosi premi fra cui: il premio  "Ethnoworld Award 2003"  dall’ Università Bocconi di Milano nell’ ambito del 3° Festival Ethno Bocconi con la seguente motivazione "Miglior Artista, sezione World Music, per la qualità e l’ impegno nel promuovere la musica e la cultura Rom, in Italia e nel mondo", il  "Premio Pigro 2003 alla carriera"  nell’ ambito del festival nazionale dedicato ad Ivan Graziani. Ha ricevuto importanti riconoscimenti: nel 1994 il  Premio Flaiano  per l’ opera Teatrale "Duj furatte Mulò", il Premio Historium  "Mecenate della cultura", il Premio della Critica quale miglior gruppo al Festival Khamoro 2001 e 2011 (Praga – Rep. Ceca), Premio  " Microcosmo d’ Oro" 2002  (Milano). Durante il 6° Congresso Mondiale della   International Romanì   Union  (ottobre  2004), organismo non governativo che rappresenta le comunità romanès di tutto il mondo all’ O. N. U., è stato nominato  "Ambasciatore dell’ arte e della cultura romanì nel mondo". Nell’ ottobre 2006 a Salerno gli è stato conferito il Premio Internazionale  "Exposcuola 2006"  con un messaggio augurale del Presidente della Repubblica Italiana. Il 22 settembre 2007 è stato insignito del  Premio Historium d’oro 2007, nel 2012 è stato insignito del  Premio Maratea  assieme a  Sergio Zavoli. 


Nel 2013 è stato insignito del prestigioso Premio DOSTA.Alexian è invitato a numerose trasmissioni radiofoniche e televisive nazionali sia in Italia che all’estero. Ricordiamo tra le tante:  Festa Italiana, Unomattina, Piazza Grande, Art News, Maurizio Costanzo Show, Cominciamo Bene, Alle Falde del Kilimangiaro, Domenica In..., Primo Piano, Tappeto Volante, A Casa di Paola. La  BBC  inglese,  Japan Link  (tv giapponese), le tv di Stato di Croazia, Rep. Ceca e Slovacchia gli hanno dedicato reportage televisivi. Sulla Rai sono stati trasmessi i documentari:  "Baro Romano Drom"  di Gioia Meloni (Geo & Geo, Rai 3),  "La Luce Oltre la Siepe"  di Valeria De Luca (Rai 2) e "Porrajmos"  di Fabio Parente (Magazzini e Einstein, Rai 1) che lo vedono protagonista. Di quest’ultimo ha musicato il documentario  Tzigari, una storia Rom  trasmesso su  History Channel  (2010). Gli sono stati dedicati ampi servizi su numerose riviste nazionali e straniere. Ha partecipato nell’ Aprile del 2005 alla II edizione di  Holy Music  a Castel di Lama (AP) e a  Jubil Music all’Ariston di Sanremo  trasmesso su Rai Uno il 24-12-2005.   

Il 26 gennaio 2008 a L’ Aquila ha eseguito sue partiture musicali accompagnato dall’Orchestra Sinfonica Abruzzese. Il 3 ottobre 2008 a Roma ha presentato le pubblicazioni delle partiture per Orchestra, Ensemble e Fisarmonica dal titolo  "Romano Drom" (Carovana Romani) edito dalla  Ut Orpheus  di Bologna. Nel settembre 2010 ha presentato al Parlamento Italiano  i concerti dell’Orchestra Europea per la Pace  tenuto il 7 ottobre al Palazzo del Consiglio d’Europa di Strasburgo  e in seguito in numerose   altre città europee.

Alexian ha trasmesso ai suoi figli (nelle foto in alto), in differenti mix, grazia e passione, e dietro il suo successo c'è l'instancabile opera organizzatrice della moglie, Daniela De Rentiis. 

Vi aspetto numerosi a questo evento.

Luca Dragani

martedì 18 novembre 2014

Musica e... XV Edizione

Carissimi, 

sabato prossimo 22 novemre inizia 'Musica e...' XV Edizione. Riporto di seguito  programma e manifesto, chiedendo a tutti  di darne diffusione  e naturalmente invitando tutti voi a partecipare. 



“MUSICA E...” 
Rassegna Internazionale di Incontri Culturali e Musicali a Tema
XV Edizione

22 novembre 2014 – 5 gennaio 2015

PROGRAMMA

22 novembre 2014, Cripta di S. Giustino, ore 19
CONCERTO INAUGURALE
ENSEMBLE FESTA RUSTICA
Giorgio Matteoli - flauti dolci, Massimiliano Faraci - clavicembalo
Il Flauto Dolce: dal grande basso al soprano

23 novembre 2014, Chiesa di S. Agata, ore 19
MASSIMO AGOSTINELLI
Chitarra Classica

29 novembre 2014, Cripta di S. Giustino, ore 19
REBIS DUO
Eugenio Caronna, chitarra, Luca Dragani, flauti dolci
Esplorazioni musicali dal Rinascimento al XX Secolo

7 dicembre 2014, Cripta di S. Giustino, ore 19
DYSTICO – Duo di flauti dolci
Luca Dragani, Roberto Torto, flauti dolci
Il Flauto Dolce dal Medio Evo al Barocco

14 dicembre 2014, Cripta di S. Giustino, ore 19
MICHELE CARRECA, liuto
Musiche di John Dowland nel 450° Anniversario della morte


18 dicembre 2014, Chiesa di S. Antonio Abate, ore 19
WALTER D'ARCANGELO, Organo
L'Opera Omnia organistica di C.Ph.E Bach – I Parte

21 dicembre 2014, Cripta di S. Giustino, ore 19
ALEXIAN GROUP
Musica e spiritualità Rom e Sinti

23 dicembre 2014, Chiesa del S. Cuore, ore 19
WALTER D'ARCANGELO, Organo
L'Opera Omnia organistica di C.Ph.E Bach – II Parte

30 dicembre 2014, Chiesa di S. Agata, ore 19
DIVERTIMENTO BAROCCO TEATINO
Orchestra da Camera con Strumenti Storici
direttore: Luca Dragani
Concerto di Natale

5 gennaio 2014, Sala 'Belvedere' Hotel Abruzzo, ore 17.30
Conferenza - concerto: 
Atalanta Fugiens: Musica e Alchimia nel XVII Secolo
Relatori: Captain Nemo & Mr. Noldor
Esecuzioni musicali a cura di Fairy Consort


Grazie in anticipo e cordiali saluti.

Luca Dragani
Associazione Culturale Fairy Consort 
Chieti

Artisti per l'Abruzzo: una rete di salvataggio per la cultura

Cari Amici,  il 26 Giugno 2017 presso l’ Accademia delle Arti di Antonio Cericola a Pescara si è svolto il primo incontro tra i d...