giovedì 29 giugno 2017

Artisti per l'Abruzzo: una rete di salvataggio per la cultura

Cari Amici, 

il 26 Giugno 2017 presso l’Accademia delle Arti di Antonio Cericola a Pescara si è svolto il primo incontro tra i direttori artistici di alcuni Festival Abruzzesi che intendono creare un sodalizio morale denominato “Artisti Per l’Abruzzo”.

Erano presenti
Alexian Santino Spinelli


                Santino Spinelli

                Antonio Cericola

                Maurizio di Fulvio

                Luca Dragani

                Walter Gaeta


Assente giustificata: Sara Cecala.

 Nel corso dell’incontro si sono stabiliti i principi base che regoleranno il sodalizio artistico fra i membri:

Maurizio Di Fulvio
                Amicizia

                Leatà

                Collaborazione

                Reciprocità






Le azioni da portare avanti in particolare saranno le seguenti:

-    Ciascuno si impegna a inserire sul proprio sito un link, denominato “Artisti per l’Abruzzo”, che rimanderà agli altri festival partecipanti. Un eventuale sito ufficiale potrà essere realizzato in modo professionale più in là;
Luca Dragani

-    Si coordineranno i calendari delle rispettive manifestazioni in modo da non accavallare gli eventi e rendere possibile il mutuo aiuto;

-    Si metteranno a disposizione degli altri festival parte del proprio staff a seconda delle necessità;

-    Ciascuno si impegnerà ad aumentare l’affluenza di pubblico agli altri festival mediante l’acquisto degli eventuali biglietti, portando persone ad assistere agli eventi e contribuendo a pubblicizzarli attraverso i propri canali stampa, social network, passaparola;
Antonio Cericola

-          Allo scopo di promuovere i gruppi musicali ed eventualmente creare un fondo cassa si decide la realizzazione di una compilation di brani (2 per ciascun artista) da poter vendere nel corso dei vari eventi;

-          Ciascuno si impegna a condividere i contatti di lavoro allo scopo di aumentare le possibilità lavorative di ciascuno (segnalare gli artisti associati a festival in cui si è già lavorato);

-          Poiché i partecipanti alla rete al momento rappresentano 3 delle 4 Province abruzzesi, per avere un rappresentante della Provincia di Teramo si propone di invitare Renzo Ruggieri

-          Si programma inoltre, in una seconda fase, di allargare la rete e aprirla all’inserimento di altri festival ed eventi. Si stabilisce altresì che le decisioni in tal senso, così come ogni altra, saranno prese all'unanimità e nell'interesse di tutti.       
Walter Gaeta

Si stabilisce altresì come data del prossimo incontro il 17 luglio per permettere a Sara Cecala e a Renzo Ruggieri (eventualmente) di confrontarsi con tutti ed apportare il proprio contributo. Il luogo dell’incontro sarà l’Accademia delle Arti di Antonio Cericola.

Promotore dell'incontro è stato Santino Spinelli (Alexian), cui va la gratitudine mia e dell'Associazione Culturale Fairy Consort per l'invito, prontamente raccolto. Riteniamo che il contenuto delle proposte rappresenti una novità esplosiva: il mondo dell'arte è infatti, da sempre, imperniato sulla concorrenza mentre in questo sodalizio (non per nulla definito 'morale') compaiono principi come condivisione dei contatti e mutuo soccorso. 

In questi anni la politica ha di fatto smantellato sia le leggi che consentivano un minimo di sostegno alle iniziative culturali, sia il pubblico, costantemente imbarbarito con iniziative di massa e massificatrici volte a (dis)orientarne il gusto verso prodotti commerciali e spazzatura: il sodalizio Artisti per l'Abruzzo intende contrapporsi, 'in direzione ostinata e contraria' a questi odiosi propositi. 

Ad maiora

Luca Dragani

lunedì 17 aprile 2017

Il Tour Mitteleuropeo del Fairy Consort - Trio Barocco

Cari Amici

ci siamo: a giorni inizia il  Tour Mitteleuropeo del Fairy Consort - Trio Barocco: con la formazione più agile del Fairy Consort, nelle persone di Luca Matani, violino e viola, Luca Dragani, flauti dolci e viola da gamba, Walter D'Arcangelo, organo o cembalo, il Fairy Consort porterà un programma di Musica Italiana del Seicento in tournèe in Slovenia e Polonia


Ecco in breve date e luoghi: 



20.4.2017 h. 18:45, Chiesa di S. Canziano, Mirna Pec, Slovenia;

21.4.2017 h. 19:00 Chiesa di S. Maria, Bytom, Polonia;

22.4.2017 h. 16:00 Scuola di Musica Kilara, Katowice, Polonia;

23.4.2017 h. 13:00 Chiesa di S. Barbara, Cracovia, Polonia;

23.4.2017 h. 17:30 Basilica dei Francescani, Katowice.




Il primo concerto,  a Mirna Pec, piccolo Comune sloveno che aveva come nomi italiani (al tempo della Provincia di Lubiana) Forno di Mirna, o Pietra di Forno, o semplicemente Pec quando era parte del Comune di Novo Mesto,  nella Chiesa intitolata a S. Cassiano, è stato organizzato da Milko Bizjac, organista noto agli amici del Fairy Consort per un bel concerto tenuto a Chieti, a S. Antonio nel 2009.


Il tempo di un breve riposo, e si riparte alla volta di Bytom, in Polonia, dove il giorno successivo, nella Chiesa di S. Maria, l'organizzatrice, la splendida Mariola Brzoska, anche lei organista, ha predisposto un concerto mettendo a disposizione un organo a baule. 

Dopo la necessaria sosta notturna, ci si sposterà nella vicina Katowice, dove terremo due concerti, organizzati dalla locale sede della Società "Dante Alighieri" presieduta dallo scorso anno dall'ottimo Antonio Pischetola, con il patrocinio dell'Istituto Italiano di Cultura, sede di Cracovia, e con la collaborazione della Scuola di Musica "W. Kilara" di Katowice che metterà a disposizione un clavicembalo.

Il primo concerto sarà nel pomeriggio del 22 aprile alle ore 16 proprio presso la Sala principale della Scuola di Musica "W. Kilara", mentre il secondo concerto si terrà il giorno successivo (23 aprile alle ore 17:30) nella splendida Basilica dei Padri Francescani in Katowice.


Fra i due concerti, avremo il piacere di suonare anche a Cracovia, nella bellissima chiesa di S. Barbara, vicino alla Cattedrale nella grande Piazza del Mercato, dall'interno splendente di stucchi dorati e dotata di un bell'organo pneumatico con il quale già nel 2012 il Duo Luca Dragani - Walter D'Arcangelo tenne un concerto. 

Ora come allora, l'organizzazione fu a carico dell'European Center for Music di Cracovia, sotto la direzione artistica di Krzystof Klima

Il concerto si terrà nelle ore meridiane, esattamente alle 13:15 (in Polonia si tutto e di tutto a qualsiasi ora del giorno e della notte, e la musica si può trovare a tutte le ore). D'altra parte non poteva che essere così, per avere il tempo di rientrare in Katowice per il concerto conclusivo nella Basilica Francescana. 

Naturalmente, andando in paesi esteri, era d'obbligo portare un programma tutto italiano. Abbbiamo pertanto scelto dal nostro repertorio in trio brani del Seicento Italiano. Ecco il programma in dettaglio: 

Fairy Consort - Trio Barocco
 
Luca Matani –   violino & viola
Luca Dragani – flauti dolci, viola da gamba
Walter D'Arcangelo – organo o clavicembalo
 
- Il Seicento Italiano –
(Music of XVII Sec. In Italy)
 
 
Andrea Falconiero ​​​- ​​Passacaille a 3
(1586 – 1656) ​​​​
 
                                  - ​​Canzona detta l'Austria

 
                                   - L’Eroica a 3
 ​​​​
 
Dario Castello ​​​        - ​​Sonata I
(? - 1644)
 
 
G. Battista Riccio   ​​​- ​​Sonata detta la Grimaneta, col tremolo
(? 1570-1621) ​​​
 
Salomon Rossi ​​​       - ​​Sinfonia a 3
(1570 - 1630) ​​​​
 
                                   - ​​Sinfonia a 5 o a 3
 
 
                                   - ​​Sonata V sopra una canzone Francese
  
 
Biagio Marini         ​​​- ​​Sonata sopra La Monica
(1594-1634)
 
                                  - ​​Balletto I & Corrente


Sarà indubbiamente impegnativo, ma è comunque grandissimo motivo di orgoglio quello di tornare, e per una serie tutto sommato non breve di concerti, in un Paese degno della definizione di 'civile', che tiene in considerazione il bene immateriale della Musica ed il benessere spirituale ed intellettuale dei suoi cittadini, promuovendo numerose e diverse iniziative musicali. 

Ho detto tornare, non a caso: il Fairy Consort ed i suoi componenti hanno 'seminato' ed oggi si raccoglie, e si continua ad esportare la qualità maturata in trentacinque anni di esperienza nel campo della Musica Antica con strumenti storici, facendo conoscere anche il nome della nostra piccola ma fiera città di Chieti, seppur con l'amarezza dell'emigrante che non è, mai, 'propheta in patria'. 

Intelligentibus pauca et... ad maiora!


Luca Dragani



Artisti per l'Abruzzo: una rete di salvataggio per la cultura

Cari Amici,  il 26 Giugno 2017 presso l’ Accademia delle Arti di Antonio Cericola a Pescara si è svolto il primo incontro tra i d...